Caprotti di Esselunga: Abbiamo copiato le Focaccine di Valè

La Focacceria Da Valè, acquisita dall'azienda Bedogni Egidio Spa, diventa spunto di un dibattito divertente con L' Ex Patron di Esselunga Giuseppe Caprotti. In un tweet Caprotti rivela ad una ragazza di come le Focaccine Esselunga siano in realtà state copiate dalle mitiche Focaccine di Valè.

Da questo spunto arriva l'eco mediatico, rimpallandosi sui social, con l'uscita poi di un'articolo su La Nazione e un'intervista alla tv locale di Lucca, Da NoiTV.

Qui sotto l'intervista fatta dall'emittente NoiTV a Carla Saltini, presidente di Bedogni Egidio e Da VAlè.


Le VideoRicette di Sonia Peronaci: Carbonara con carciofi, guanciale Bedogni e gamberi

Se siete a corto di idee per il pranzo, eccovi una sfiziosa ricetta con il nostro Guanciale di Gola ideata dalla famosa blogger Sonia Peronaci!

Guarda la Video Ricetta

 

INGREDIENTI X 4 PERSONE:
- 320g di Pasta - 2 uova intere + 4 Tuorli
- 50g di Parmigiano Reggiano grattugiato
- 50g di Pecorino grattugiato
- 2 carciofi
- 180g di Guanciale di Gola Bedogni
- 12 gamberi sgusciati
- Sale e pepe (q.b.) .
Per la pulizia dei carciofi: 2 limoni

Procedimento:

Pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne, le punte e spelando il gambo fino alla parte tenera centrale. Dopo aver tagliato il carciofo in due parti e ripulito dalla barbetta centrale, perché non si annerisca, inserire le parti tenere rimaste (cuore e gambo) in acqua acidulata con del succo di limone.

Eliminare la cotenna dal guanciale, tagliarlo a fettine, poi a listarelle e rosolarlo in una padella a fuoco lento. Mentre il guanciale rosola, tagliare i carciofi finemente, Aggiungere al guanciale già in padella i gamberi per farli leggermente scottare per 2-3 minuti. Successivamente togliere i gamberi e metterli in un piattino. Togliere dalla padella il grasso rilasciato dal guanciale conservandolo in una scodella a parte. (Servirà nel condimento successivo)

Rimettere il guanciale sul fuoco aggiungendo i carciofi tagliati, un pizzico di sale e se necessario l’acqua di cottura della pasta. Preparare il sugo della carbonara con 2 uova intere e 4 tuorli, sbatterle, aggiungere parmigiano reggiano e pecorino, il grasso sciolto del guanciale conservato precedentemente e il pepe.

Per pastorizzare le uova, mescolarle dentro una bastardella, sopra dell’acqua bollente, aspettando che si scaldino. Nel frattempo salare l’acqua e buttare la pasta.
Quando l’uovo si starà addensando (60° circa) spegnere il fuoco.
Scolare la pasta, aggiungere i gamberi in padella ai carciofi, la pasta, iinfine il condimento alla carbonara.

Mescolare e Buon Appetito!


Le VideoRicette di Sonia Peronaci: Crostata salata con roselline e Crudo Gran Riserva Bedogni

Ecco un piatto salato che sembra un dolce! La golosa CROSTATA SALATA con Roselline di prosciutto crudo Gran Riserva Bedogni.

Un’idea della blogger Sonia Peronaci che siamo sicuri conquisterà tutti!
Guarda la Video Ricetta

 

PER IL GUSCIO
taralli 300 g
burro fuso 180 g

PER LA CREMA FRANGIPANE AL BASILICO
farina di mandorle 105 g
burro 55 g (a temperatura ambiente)
uova medie 2 (a temperatura ambiente)
Parmigiano Reggiano grattugiato 70 g
ricotta 90 g
olio extravergine di oliva 2 cucchiai
basilico 10 g
sale e pepe q.b.

PER LA MOUSSE ALLE ERBE
ricotta 250 g
formaggio spalmabile 250 g
olio di oliva 4 cucchiai
sale e pepe
menta 3 foglie
basilico 8 foglie
erba cipollina 6 fili
prezzemolo 1 ciuffetto
maggiorana 2 ciuffetti
timo 4 rametti

PER GUARNIRE
prosciutto crudo di Parma Bedogni 20 fettine
basilico 10 foglioline

Procedimento:

LA MOUSSE ALLE ERBE AROMATICHE
Metti in un contenitore stretto e alto la crema spalmabile, le erbe aromatiche sminuzzate e l’olio; frulla tutto con un frullatore ad immersione e versa il composto in una ciotola dove unirai la ricotta e sbatterai gli ingredienti con le fruste fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea che metterai in una sac a poche munita di bocchetta stellata e riporrai in frigorifero.

IL GUSCIO
Nella ciotola di un robot da cucina munito di lame (cutter), metti i taralli e aziona la macchina per sbriciolarli finemente; unisci il burro fuso e frulla di nuovo per qualche secondo, poi versa il tutto dentro allo stampo da crostata il cui fondo avrai ricoperto con della carta forno. Aiutandoti con un batticarne, schiaccia per bene il composto sul fondo e sui lati e poi metti lo stampo in freezer per mezz’ora.

LA CREMA FRANGIPANE AL BASILICO
Metti la ricotta, il basilico e l’olio in un contenitore altro e stretto e frulla con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema di un bel color verde brillante.
Sbatti con le fruste di uno sbattitore elettrico il burro con il formaggio grattugiato per qualche minuto, poi, sempre sbattendo, unisci un uovo per volta, il composto di ricotta e basilico e infine la farina di mandorle. Dovrai ottenere una bella crema, che aggiusterai di sale e di pepe.

COMPOSIZIONE
Estrai dal freezer il guscio ormai compatto e riempilo con la crema frangipane, poi livella la superficie e inforna la crostata in forno statico preriscaldato a 175° per circa 25-30 minuti (forno ventilato a 160° per 15-30 minuti).
Quando la crostata sarà cotta estraila dal forno e lasciala raffreddare completamente.
Prendi la sac a poche e spremi sul bordo della crostata dei mucchietti di mousse alle erbe come per formare un cerchio. All’interno del cerchio, ricopri tutta la superfice con altri mucchietti più piccoli, sui quali andrai ad adagiare delle roselline di prosciutto crudo che otterrai avvolgendo la fetta dal suo lato più lungo. Decora con piccole foglioline di basilico qua e la e la tua crostata salata e pronta!


Le VideoRicette di Sonia Peronaci: Pici con fave, crema di pecorino e finocchiona Bedogni

Eccovi una ricetta tipica della Toscana, un primo sfizioso con la nostra finocchiona Bedogni, ideata dalla famosa blogger Sonia Peronaci.

Guarda la Video Ricetta

 

INGREDIENTI per 4 Persone: pici 320 g.

 

Procedimento:

PER LA CREMA DI PECORINO
Per prima cosa inizia dalla crema di pecorino. Fai scaldare la panna ma non portarla a bollore, poi aggiungi il pecorino grattugiato e il pepe a piacere; mescola fino a scioglierlo, senza però superare i 60°, altrimenti il formaggio si caglierà: per questo, ti consiglio di utilizzare un termometro da cucina in modo da essere più preciso. Se ci dovessero essere dei grumi, frulla la crema con un frullatore ad immersione in modo da renderla omogenea.

PER IL CONDIMENTO
Prosegui con il condimento. Taglia la finocchiona a fette spesse ½ cm, poi, dalla fetta ricava dei bastoncini che taglierai a cubetti. Metti i cubetti in una padella capiente senza alcun condimento e falli saltare per 5 minuti, poi aggiungi le fave sgusciate, fai saltare anch’esse assieme alla finocchiona per qualche altro minuto, infine aggiungi un pizzico di pepe e di sale.

COMPOSIZIONE
Lessa i pici verificando il tempo di cottura riportato sulla confezione e scolali al dente, versali dentro ad una ciotola e unisci anche la crema di pecorino, 2/3 del condimento con la finocchiona e amalgama il tutto per bene. Impiatta e guarnisci con il restante condimento di finocchiona e fave


Tutela del made in Italy

Da ieri 15 novembre, è diventata obbligatoria l’etichettatura per i salumi, con indicata la provenienza della carne di suino. Finalmente un’ulteriore passo per tutelare il Made in Italy, e le aziende che lavorano con serietà e garantiscono la qualità dei propri prodotti.

Link Articolo: https://lnkd.in/dmEp3VY


Settimana del prosciutto

La Settimana del Prosciutto italiano DOP dal 7 al 14 novembre, è dedicata a valorizzare la filiera suinicola italiana: qualità, sicurezza e tradizione del made in Italy agroalimentare!

Link Articolo: https://lnkd.in/de2gYsE


Siamo su Youtube

Bedogni è anche su Youtube! Iscrivetevi al canale per rimanere aggiornati, e selezionate l'icona della “campanella“ per essere informati su nuovi video!! Potrete trovare video interviste, ricette, trasmissioni televisive che ci ha visto protagonisti e altro interessante materiale che attesta la qualità che da sempre ci contraddistingue.

Link ? https://lnkd.in/dqaRhhf